Agenzia di Viaggi: rendere protagonisti i propri clienti

pubblicizzare una agenzia di viaggi su internet è sempre piu’ difficile, ma non impossibile

quanto descriveremo qui non è strettamente legato alle sole agenzie di viaggi, ovvero  resta una base valida per tutte quelle aziende ceh intendono acquisire visibilità sulla rete.

allo stesso modo non è possibile che un solo articolo possa risolvere i problemi delle aziende, altrimenti parleremmo di miracolo 🙂

tuttavia ci sono delle strade che vanno sicuramente percorse, così come ci sono molti errori che vengono commessi, quindi…cerchiamo di iniziare a fare chiarezza almeno su alcuni steps iniziali…

il primo aspetto da tenere ben presente è che “essere visibili” non significa “vendere”…ma appunto farsi conoscere.

Sulla rete la conoscenza è scariturita dalla condivisione di informazioni utili (motivo per il quale stai leggendo queste righe…) e meglio ancora se basate su fonti certe,  ancor meglio se dirette o personali.

un esempio pratico. se tu sei proprietario di una agenzia di viaggi e hai appena fatto un viaggio nei fiordi norvegesi, saprai non solo descrivere la tua esperienza, ma presumibilmente avrai colto alcuni aspetti tecnici che non sfuggono a un addetto ai lavori.

La tua condivisione sarà quindi non solo importante e interessante, ma anche “tecnica” (senza esagerare) quel tanto che basta per renderla credibile e interessante per i potenziali lettori.

Questo approccio all’incredibile vantaggio di essere indirizzato a potenziali clienti dell’azienda oggi non conosce e di cui non sa praticamente niente, quindi, grazie a questo piccolo stratagemma di rendere disponibili le informazioni davvero utili, saremmo scoperti da un nuovo numero di nuovi clienti che, se faremo bene il nostro lavoro nell’immediato futuro, potranno trovare in noi esattamente le informazioni che stavano cercando sulla rete.

Trattandosi di viaggi si presume che queste persone saranno interessati a farli, e non è difficile intuire a chi si rivolgeranno se volessero fare una vacanza come quella che noi abbiamo vissuto e descritto.

A questo punto la domanda nasce spontanea: ma allora dovremmo fare un viaggio in tutte le destinazioni ed aver vissuto l’esperienza di viaggi in prima persona per poi poterle consigliare ai nostri potenziali, futuri e sconosciuti clienti?

Assolutamente no, per ottenere questo genere di informazioni dovremo semplicemente utilizzare il nostro bene più prezioso, ma che spesso e volentieri viene sottostimato se non addirittura dimenticato nel momento stesso in cui concludiamo una trattativa: il nostro cliente.

I clienti già acquisiti, ovvero coloro i quali hanno acquistato servizi a carattere turistico dalla nostra struttura, sono il nostro bene più prezioso perché a loro, nel caso di un’agenzia di viaggi tradizionale, avevo veduto viaggi in ogni angolo del mondo, e quindi essi potranno essere una fonte enorme e soprattutto credibile di informazioni che potremmo girare direttamente ai futuri e ancora sconosciuti clienti.

Ma non solo, se saremo abili e le nostre strutture informatiche saranno adeguate, potremo anche fare molto di più, ovvero rendere il nostro cliente un vero e proprio protagonista, trasformandolo in un reporter che racconterà per noi, attraverso il nostro blocco o la nostra pagina Facebook, la propria esperienza di viaggio ad altri utenti.

Il vantaggio di questo approccio è facilmente intuibile, ovvero avremo da un lato informazioni di grande valore, scritte da persone che si esprimeranno in modo totalmente diverso dal nostro, e quindi che renderanno ancora più originali ed eterogenei i contenuti che siamo soliti offrire attraverso le nostre pagine Web, e inoltre saremo in grado di catturare l’attenzione di persone interessate ai medesimi argomenti e alle quali magari non avremmo il tempo, le informazioni, o entrambe le cose, da fornire loro.

Tutto questo non ha praticamente alcun costo in termini economici, e ci permette inoltre di fidelizzare il cliente esistente rendendolo partecipe del nostro lavoro attraverso l’esperienza che gli abbiamo venduto., Come nota a lato di quanto sopra descritto, non dobbiamo inoltre dimenticarci che il feedback che il cliente potrà fornirci con questa modalità sarà di altissimo valore e ridurrà non di poco le eventuali lamentele, aumentando sia la soddisfazione del cliente finale che il possibile miglioramento dei servizi offerti dalla nostra azienda

Commenti

commenti

Tags

Potrebbero interessarti anche questi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *