Web Marketing

Youtube lancia una bomba e rivoluziona il mercato (di nuovo)

Ciò che molti temevano sta accadendo e le conseguenze non sono piacevoli

Dal 01 Giugno 2021 Youtube dà una svolta decisa alla pubblicità, come annunciato e segnalato a tutti gli utenti nel suo comunicato che recita quanto segue:

Diritto di YouTube di monetizzare i contenuti: YouTube ha il diritto di monetizzare tutti i contenuti presenti sulla piattaforma e di inserire annunci nei video di canali che non aderiscono al Programma partner di YouTube.

Si sapeva, era nell’aria, così come la tendenza al costante aumento di presenza pubblicitaria (ormai decisamente invadente), e adesso è tutto per su bianco.

Ma cosa significa, in concreto, questo passaggio e come andrà ad impattare su Youtubers da un lato e gli utenti dall’altro?

In pratica YT certifica che saranno inseriti annunci e video pubblicitari all’interno dei contenuti pubblicati sulla piattaforma, senza più dover corrispondere un compenso agli utenti stessi che finora potevano decidere in quali video inserire annunci, aderendo al programma parnter.

Quindi, da lato utente, si vedrà un costante e massivo incremento aumento di pubblicità all’apertura del video, come se non ce ne fosse già abbastanza.

Lato Youtubers è ancora peggio perché molti dei loro sforzi saranno vanificati, dato che le pubblicità inserite potranno essere NON monetizzabili.

E’ indubbio che la modifica toccherà meno i “grossi nomi” del tubo, quelli che garantiscono entrate e visualizzazioni certe alla piattaforma, ma per la stragrande maggioranza dei creatori di contenuti, sarà una bella mazzata, senza dubbio.

Quindi, in una sola comunicazione di poche righe, Youtube cambia unilateralmente le regole del gioco, riscrivendo le regole del video-business, spalancando le porte a “corsie preferenziali” per i grossi players che pagano per apparire ovunque, con buona pace del concetto di “internet libera e per tutti“, ormai evidentemente desueto e anacronistico.

Un ennesimo cambio di rotta che, per i comuni mortali, significa doversi guardare montagne di spot pubblicitari.

La domanda che mi pongo è la stessa da tempo: ma è possibile che nel mondo digitale non ci sia ancora nessun VERO player video abbia capito che si stanno aprendo delle vere e proprie autostrade per una VERA concorrenza a Youtube?

Ci sono milioni e milioni di piccoli youtubers che sicuramente aderirebbero immediatamente ad una alternativa concreta, che non penalizzi troppo i loro contenuti, dato che già ora la monetizzazione è per molti di loro una chimera.

E quanti utenti vorrebbero poter vedere qualcosa sena dover essere costantemente interrotti dalla pubblicità?

Youtube è il numero 1 al mondo, senza dubbio,e. può fare ciò che vuole, ma la breve storia della rete ha insegnato come le cose cambino rapidamente e come non esistono certezze…perchè alla fine, quel che conta, sono sempre e solo i soldi…e se si generano fonti di guadagno, il mondo degli internauti si muoverebbe in tale direzione.

Sono solo ipotesi in libertà, magari fantasiose e sicuramente non basate su dati oggettivi, ma se ci giriamo indietro vediamo come è cambiata la rete in 10 anni…non vedo perché non potrebbe farlo ancora.

In attesa di ulteriori sviluppi, mettetevi comodi, adesso c’è da guardare la pubblicità ;-)

marco.forconi

Lavoro nel settore IT/WEB dal 1995, ho creato il mio primo sito web nel 1999 (lo ammetto, era inguardabile...), e dal 2003 mi occupo full time di Web Marketing e Applications. Una Laurea breve conseguita in USA in Marketing & Business Management, che mi ha permesso di lavorare con partners internazionali. Per altre info leggi il "chi sono", o scrivimi :-)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button